6 Consigli per il successo di un freelance

Essere freelance presenta molte opportunità ad una condizione, che vengano presi tutti i provvedimenti per garantire il successo dell’attività. Ecco sette consigli per avere successo come freelance nel mercato di oggi:

1. Presta attenzione al tuo sito web

Al giorno d’oggi, è quasi impossibile per un professionista fare affari senza prima costruire un sito web attraente e facile da usare. Il sito web rappresenta il tuo volto pubblico, inoltre permette ai clienti potenziali di connettersi con te e richiedere i tuoi servizi. Per ottenere i migliori risultati, investi quanto necessario per assicurarti che il tuo sito web funzioni su entrambe le piattaforme desktop e mobili e ti permetta di stare fuori dalla folla dei freelance. Ti suggerisco di alimentare un blog con note e articoli per accreditarti come esperto nel settore che hai scelto.

2. Ricerca più fonti di reddito

Il lavoro del freelance non è costante né continuativo: fluttua e scorre. Al contrario, la famiglia richiede un reddito relativamente stabile. L’obiettivo è raggiungibile se si diversifica la base dei clienti lavorando con clienti di comparti e dimensioni diversi. La scelta base sta nel collaborare con più aziende e nessun cliente dovrebbe rappresentare oltre il 50% del reddito di un freelance. Diventare formatore è un suggerimento da seguire perché, in alcuni casi, tenere seminari permette di entrare in contatto con potenziali clienti.

3. Investi nel marketing

Internet permette di connettersi con i clienti di tutto il mondo, i freelance devono impegnarsi di nella promozione dei loro servizi per rendere meno aleatorio il loro successo. Prima di fare la scelta dell’attività freelance, è consigliabile compilare una lista di modi con cui raggiungere il pubblico target. Ad esempio, puoi partecipare a eventi frequentati da potenziali clienti, utilizzare annunci ppc o adottare misure per migliorare l’ottimizzazione del motore di ricerca del tuo sito. Inoltre, molti freelance si rivolgono ai social media per creare contatti e costruire rapporti con clienti attuali e potenziali.

4. Fai amicizia

Uno dei lati negativi del freelance è che lavora isolato e non ha accanto colleghi con cui confrontarsi e con i quali fare anche brainstorming. Per compensare questo deficit, i freelance dovrebbero sforzarsi di fare amicizia con altri che operano negli stessi comparti. Se non conosci altri freelance nella tua zona, puoi unirti a un gruppo online.

5. Riduci il lavoro amministrativo

I freelance tendono ad addebitare tariffe orarie superiori a quelle di un dipendente di pari livello professionale. Tuttavia, tale maggiore tariffa oraria deve compensare il fatto che parte del giorno di un lavoro non è “fatturabile”. Dopo tutto, in genere non è possibile addebitare ai clienti il tempo speso in attività come la programmazione di riunioni, i tempi di trasferimento, la risposta alle e-mail, la rendicontazione, la creazione e archiviazione delle fatture. Per rimanere redditizi, i freelance devono aumentare il prezzo del lavoro retribuito per tenere conto del temo non fatturabile.

Allo stesso modo, i freelance dovrebbero automatizzare, quando possibile, le loro attività ricorrendo agli strumenti software che offrono particolari funzionalità che semplificano il loro impegno. Inoltre, i freelance dovrebbero prendere in considerazione la possibilità di organizzare meglio le loro attività, ad esempio riservare al lavoro di amministrazione un giorno o più mezze giornate nell’arco del mese piuttosto che eseguirlo in piccole porzioni.

6. Fissa dei limiti

È importante che i freelance lavorino sodo per costruire le loro attività, ma è un errore lasciare che i clienti credano che l’attività è del tipo 24×7. Quando la tua casa è anche il tuo ufficio, potresti essere tentato di rispondere alle telefonate e rispondere alle e-mail a tutte le ore del giorno e della notte. Questo comportamento riduce il tuo tempo disponibile per familiari e amici. Imposta orari per il lavoro e la vita privata, sarà così possibile iniziare ogni giorno riposato e pronto a svolgere il tuo lavoro.

By | 2018-12-11T17:19:03+00:00 29 Agosto 2018|Categories: Marketing|

About the Author:

CMC (Certified Management Consultant, socio APCO n.ro 1994/2088), consulente e blogger. Autore di Il marketing del consulente e di Marketing per l’avvocato e lo studio legale, entrambi editi da Franco Angeli. Contatto: info@vladimirobarocco.it

Leave A Comment