Breve guida ai social media per i professionisti

È difficile sfuggire all’interesse, all’attività e ai vantaggi dei social media. Con le mutevoli dinamiche dello spazio di comunicazione digitale, è importante tornare alle basi. La chiave è ricordare che i social media sono al centro di un dialogo e che i professionisti possono impiegare per piattaforme diverse con l’obiettivo di incrementare la loro visibilità, informare il loro pubblico e aumentare le vendite.

In certi casi, less is more.

Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn, Pinterest e la lista può continuare. La gestione dei social media, dal contenuto all’esecuzione, richiede tempo e impegno. Se il professionista non ha risorse sufficienti per gestire più account deve selezionare i social media sui quali investire, a seconda delle dimensioni del pubblico o dei pubblici ai quali si rivolge e al settore della sua attività. Va ricordato che l’impiego di LinkedIn è molto appropriato per un consulente.

Conta il contenuto e il tempismo.

I risultati dei social media vanno monitorati con regolarità per conoscere meglio i contenuti e le storie da raccontare. Suggerisco di disporre di un “alert” per potere intervenire tempestivamente con post ad hoc perché la vita di una notizia è breve.

Breve guida ai social media per i professionistiI numeri vanno controllati.

I social media rappresentano una comunicazione a due vie. Quando si testano nuove idee e campagne di marketing, va rivista l’analisi della piattaforma. Facebook Insights e Twitter Analytics, per citarne alcuni, hanno dati integrati per mostrare informazioni sui dati demografici del pubblico e sui contenuti più coinvolgenti. Al professionista consiglio di fare un riferimento incrociato alle sue tattiche, pianificare con le analisi (analytics) ed effettuare il conseguente aggiustamento. Se decide di incorporare messaggi a pagamento o altre pubblicità, sarà essenziale determinare e analizzare i parametri di riferimento, le metriche e i risultati.

Sviluppare un calendario editoriale.

È uno strumento molto utile che permette di risparmiare tempo e pianificare il lavoro di gestione degli impegni, ad esempio redazione dei post legati ai social media.

I social media non devono essere complicati e l’utilizzo di alcuni software permette di ridurre l’impegno necessario per gestirli. La condivisione dei contenuti è importante per molti professionisti e la loro redazione deve rappresentare anche un divertimento.

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

By | 2018-03-23T21:23:46+00:00 21 Febbraio 2018|Categories: Social marketing|

About the Author:

CMC (Certified Management Consultant, socio APCO n.ro 1994/2088), consulente e blogger. Autore di Il marketing del consulente e di Marketing per l’avvocato e lo studio legale, entrambi editi da Franco Angeli. Contatto: info@vladimirobarocco.it

Leave A Comment