Il valore di una buona reputazione

L’insegna la fa la clientela.
Jean De La Fontaine

La reputazione di un professionista è uno strano “animale” a cui lo stesso professionista dà l’avvio ma che si sviluppa, in seguito, per le azioni e reazioni dei suoi clienti o conoscenti. La reputazione vive un’esistenza molto reale, separata dal professionista, ma basata in parte sulle sue azioni ed anche sulle percezioni che altri si sono formati sulle stesse azioni.

Ne discende che il professionista influenza il modo in cui viene percepito, ma non ne ha il controllo. Tuttavia la sua reputazione è un bene tra i più preziosi e per questo è importante che influenzi la propria reputazione in termini positivi.

Valore interno ed esterno

La reputazione di ogni persona rappresenta il modo in cui gli altri la guardano e come tale è contemporaneamente importante e banale. Del tutto banale se la persona ha una sana autostima e non ha bisogno che gli altri pensino bene di lei. Allo stesso tempo è critica anche per coloro che hanno un’alta autostima perché ugualmente hanno bisogno di una buona reputazione anche per scopi pratici. Ad esempio, per tutti è difficile avere amici se la gente pensa che sono meschini e li descrive come pigri e inaffidabili. La reputazione del professionista è uno strumento per la creazione o il mantenimento della propria autostima, buona perché facilita il viaggio professionale o cattiva se causa porte sbattute in faccia.

Come costruire una buona reputazione

Costruire una buona reputazione richiede impegno, pazienza e tempo. Per distruggerla basta solo un passo falso. Il segreto per costruire una buona reputazione? Diventare una persona che ne merita una. Intraprendere azioni coerenti con l’immagine che si vorrebbe che gli altri associassero al nostro essere professionisti. Non basta saper parlare o banalità come: duro lavoro, attenzione ai dettagli, lealtà e farsi guidare da questi valori. Inutile parlarne, piuttosto bisogna lasciare che gli altri li scoprano nel professionista.

La reputazione è una cosa fragile, va alimentata con costanza. Non dovrebbe essere fine a sé stessa, ma piuttosto una conseguenza naturale dell’impegno del professionista a essere la persona che vuole essere.

 

Il valore di una buona reputazioneI benefici di una buona reputazione

  1. non si può impedire ad altri di malignare, ma una buona reputazione può venire in aiuto al professionista quando i membri della sua rete salgono a sua difesa. Tutti, infatti, sono custodi della reputazione di altri. In una società in cui semplicemente essere accusato è sufficiente a rendere una convinzione in tribunale dell’opinione pubblica, tutti noi faremmo bene a presumere non solo l’innocenza, ma la bontà fino a dimostrare con i fatti il contrario. Abbiamo tutti bisogno di essere più gentili, l’uno con l’altro.
  2. una buona reputazione fornisce un obiettivo al quale mirare. A volte non si può sapere perché si merita la propria reputazione. Piuttosto che lamentarsi dei punti deboli della propria reputazione, il professionista dovrebbe cercare di migliorarsi.
  3. una buona reputazione rappresenta una grande strategia di marketing. Quando il professionista “eclissa” i colleghi concorrenti, riceve nuovi incarichi, viene raccomandato ad altri e nessuno ha da ridire sulle sue parcelle.
  4. una buona reputazione ispira gli altri. Tutti hanno bisogno di modelli di ruolo positivi, anche i migliori e più brillanti professionisti.

Alcuni potrebbero pensare che la reputazione non è importante o non lo dovrebbe essere, che tutti dovrebbero concentrarsi sul fare del loro meglio e lasciare che gli altri pensino quello che vogliono. È vero che non si dovrebbe cercare di manipolare ciò che gli altri pensano, ma la cosa non funziona nel lungo periodo e ignorare l’importanza pratica di una buona reputazione fa sprecare molte opportunità. Prendersi cura della propria reputazione non significa riconoscere che non si può giudicare un libro dalla sua copertina e che se il libro è buono non c’è niente di sbagliato con la cura dedicata a rendere attraente la copertina stessa.

Cerchiamo di dare al cliente la massima qualità, accompagnandola con calore,
amicizia, orgoglio e spirito di corpo.
Mission della Southwest Airlines

By | 2018-03-23T21:23:37+00:00 28 Febbraio 2018|Categories: Marketing strategy|Tags: |

About the Author:

CMC (Certified Management Consultant, socio APCO n.ro 1994/2088), consulente e blogger. Autore di Il marketing del consulente e di Marketing per l’avvocato e lo studio legale, entrambi editi da Franco Angeli. Contatto: info@vladimirobarocco.it

Leave A Comment